sabato 18 dicembre 2010

IL PANDORO... CHE AVVENTURA! ( DEBORAH)

Qualche giorno fa mi sono lettteralmente innamorata del Pandoro del Nanni non era bello dippiù e dalla lettura del suo post mi sembrava già di sentirne il profumo in casa mia, non ci sono stata a pensare su due volte neanche tre, anzi non ci ho proprio pensato, ho iniziato l'avventura e basta... BASTA? Magari avrei dovuto leggere per bene la ricetta, il procedimento, gli orari dei vari impasti, macchè ho iniziato a impastare, dosare e preparare che era l'ora di pranzo e non avevo cucinato assolutamente nulla da mangiare, Filippo, se voleva poteva sgranocchiare un po' di lievito di birra che ne avevo a bizzeffe;)! La farina era ovunque tranne che sulla bilancia e nell'impastatrice, io driblavo i miei due gatti e i due cani che girottolavano in cucina armata di uova da separare (uno purtroppo non ce l'ha fatta e s'è spiaccicato sul pavimento, mi ci mancava più quello da pulire!), e gli orari da rispettare mi stavano veramente troppo stretti. Insomma, grazie forse ad un miracolo, verso sera sono riuscita a mettere l'impasto nello stampo e a non pensarci  più... Errore, il giorno seguente avevo un appuntamento e l'alzataccia era alle ore 6:00. Quando la sveglia ha suonato, se non fosse stata il mio cellulare l'avrei spaccata, ma non ho potuto; fuori c'erano tre gradi sotto zero, ahahah simpatica a voler far andare su il pandoro in quelle condizioni eh! Mi vesto prendo il pandoro salgo in macchina e .... vado a svegliare Super Simo, le lascio Cuba e scappo a Genova bella tranquilla che tanto lei sicuramente l'avrebbe fatto lievitare.
Intorno alle 14:30 vado a trovare la mia amica Ale che mi prepara un pranzetto coi fiocchi, mi coccola e mi fa "sganasciare" dalle risate raccontandomi le sue avventure con figlia e nipote alle prese con le ripetizioni.
Tanto il Pandoro era in mani buone... nooo mi chiama la Simonetta e mi dice che la creatura non si è mossa di un millimetro ma che ora non ne può più e lo vuole infornare! Io la prego di ripensarci ed ottengo una proroga di poche ore, giusto il tempo di tornare a casa e constatare coi miei occhi che.. il bimbo ha visto la mamma e si muove!!! Alle 23:00 circa la Simonetta stremata decide di infornarlo, me lo porta il giorno successivo.... mamma mia che ciofega!
Mai vista produzione a quattro mani e due cervelli più brutta, che delusione, Nanni scusa!!! Sto già lavorando al secondo per rimediare.
 Non vi metto nè ricetta nè procedimento ma vi rimando qui che è meglio!

Buonanotte Deborah,

P.S.: impastate bene ^^!

11 commenti:

  1. ti condivido subito subito!!!
    bravissima!

    RispondiElimina
  2. Diana ma hai le traveggole??? E' uscito un pandoro più nero di un Vucumprà ma anche buono come un Vucumprà, è proprio vero che l'abito non fa il Monaco...
    Grazie per la fiducia ;)
    Deborah

    RispondiElimina
  3. non si tratta di fiducia, il mio l'anno scorso era quasi cosi', ma di un buonoooooo!!!!!!!! ecchissenefregaaaaa???Impresentabile pero', l'avevo tagliato e preparato qualche dolce da 7000 Kal.ahahah!!!!come si dice : RITENTA SARAI PIU' FORTUNATA!

    RispondiElimina
  4. Ci credi se ti dico che il secondo è già in forno? Sono testarda io:)! Voglio sfidare anche il freddo!!!

    RispondiElimina
  5. E brava Deborah!!!Sei coraggiosa e tenace..io manco ci provo!!:-)Ciao!!!

    RispondiElimina
  6. Sandra provaci, magari esce una schifezza ma tu sapessi le risate, hai voglia di mettergli il cappello di Babbo Natale, è brutto lo stesso:)))
    Salut!

    RispondiElimina
  7. Via proprio cosi tremendo non era!Io l ho forse mangiato dopo che aveva indossato il cappello?

    RispondiElimina
  8. Deborahhhhhhhhhhhhhh secondo non è così coem dici....il primo pandoro poi...NON SI SCORDA MAIIIIIII..... baci, Flavia

    RispondiElimina
  9. Fla stai sicura che nè io ne la Simo me lo possiamo scordare, Lei oggi inforna i Panettoni...
    Deborah

    RispondiElimina
  10. O come tu sei esigente con le tue dolci creature!
    Dovevi vedere il mio primo pandoro invece, fuori era bello biondo ma dentro c'era un buco così ed un pugno di pasta cruda!!!
    La cottura è la fase più critica per questo dolce.
    Per me sei stata molto brava invece! :-)
    Un bacio e a presto!

    RispondiElimina
  11. Oh Nanni mi fai sganasciare dalle risate!!! L'anno scorso a me è venuto un panettone come il tuo pandoro, io ovviamente non lo potevo sapere senza tagliarlo, e sai a chi l'ho regalato? Al mio Babbo.. era arrabbiatissimo, perchè proprio a lui quello col bubo!! ihihih
    Cmq ho replicato già tre volte nel giro di due giorni e i pandori son perfetti e profumatissimi.
    Baci Debbie!

    RispondiElimina

gli impastatori dicono: