mercoledì 2 febbraio 2011

MARZAPANE PIETRASANTINO PER SAN BIAGIO (SIMONETTA )


Questo dolce è tipico di Pietrasanta.Dovete sapere che il 3 di febbraio a
Pietrasantasi festeggia San Biagio (il protettore della gola) e si và tutti in duomo, che vedete nelle foto,ha farsi benedire la gola.Io sono nata a Pietrasanta,ma poi la mia famiglia si è trasferita a Ripa una frazione che dista 2 km da Pietrasanta. Noi si è sempre festeggiato perchè mio babbo era nato il 3 di febbraio,e lui diceva sempre che non poteva sciegliere altra data per nascere ,perchè era un golosone .Come dicevo è festa grandedopo il passaggio in Duomo si va' per bancarelle ,ci ne sono circa 300 per tutte le borse ed i gusti.Poi un'altra iniziativa e il Menu'di San Biagio tutti i ristoranti aderiscono a questa iniziativa e ci troverete senz'altro i tordelli e per finire il marzapane..
Io come tradizione l'ho fatto ed ora vi spiego come. ricetta 300 grammi di mandorle ,150 zucchero ,3 albumi di uova ,1 cucchiaione di farina 00.L'importante è la sera prima tritare le mandorle con 100 grammi di zucchero e poi in frigo quando si fa' il dolce si monta igli albumi con i rimanenti 50 grammi zucchero belli montati ,la farina si mescola alle mandorle tritate,poi poco alla volta si aggiungono gli albumi montati. Poi mettere la carta da forno in una teglia di cm.22 ed in forno a 150 per 30 minuti ,mi raccomando la temperatura è importante ,io l'ho cotto in un forno piccolo elettrico perche ho un forno a gas grande dove la temperatura è un po ballerina ed allora preferisco quello elettrico ,se dopo 30 minuti vedete che sotto non è ancora cotto,coprirlo con la carta argentata ed altri 10 minuti in forno .Il mio è cotto bene, non deve colorire troppo .E poi dopo quando è freddo tanto zucchero a velo sopra .



Questo dolce lo dedico al mio babbo anche se non c'è piu ...








6 commenti:

  1. E brava simonetta è vero è buonissimo,da brava pietrasantina ora lo faccio anch io seguendo i tuoi consigli.La piazza del duomoooo che spettacolo.Diceva un proff a scuola che è la più bella del mondo,va be era pietrasantino anche lui.

    RispondiElimina
  2. Ma daiiiii.tu sei di Pietrasanta?!!! Un posto assolutamente fantastico, che ho frequentato a lungo in quanto il mio 1° marito era proprio di lì....vabbè meglio che non ci pensi troppo, brutti ricordi abbondantemente compensati dalla specialità che ci hai regalato!!!

    Un abbraccio, Fabi

    RispondiElimina
  3. Buonissimo questo dolce e con in più il sapore dei ricordi....che ci scaldano il cuore...

    RispondiElimina
  4. Bel dolce e bel racconto!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  5. simonetta, sei troppo simpatica nei tuoi racconti!! pietrasanta la conosco bene per esserci venuta tante volte d'estate... anch'io oggi nel mio blog ho scritto una ricetta su san biagio: qui a milano lo festeggiamo con il panettone!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Simonetta, che fame che mi hai fatto venire con questo dolce...deve essere buonissimo!!!
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina

gli impastatori dicono: