lunedì 21 febbraio 2011

SONO TORNATA!!!!!!!!!!!! (Deborah)

Eh si, avrei tanto voluto che la mia vacanza fosse continuata per altre due settimane ma questo non è stato possibile, a casa ci reclamavano troppo e la Simo non ce la faceva più a mandare avanti il blog da sola ….seee ma quando mai! La seguivo anche da Tenerife, pubblicava meravigliose ricette ed ha incrementato pure i nostri followers... ma che voglio dippiù da 'sta donna?
Comunque io laggiù a cibarie non sono stata mica male... tapas, paella, sangria




non potevo chiedere di meglio, la cucina spagnola è eccezionale...se non fosse per noi turisti che roviniamo sempre tutto! Si perché non ci adattiamo a gustare le prelibatezze locali, nooo, vogliamo mangiare i cibi che solitamente cuciniamo a casa nostra, così l'italiano pretende lasagne, spaghetti e cappuccino, il tedesco wurstel, salsicce, e formaggi vari, l'inglese senza la sua mega colazione a base di uova strapazzate, bacon, salse varie, insalata mista, pane tostato e bevande calde e fredde non può stare.... siamo proprio una gran massa di deficienti!!! All'estero è d'obbligo mangiare i piatti tipici del posto prima di tutto perché rappresentano la storia culinaria del paese in cui ci troviamo e poi (soprattutto direi) perché i nostri piatti non li sanno cucinare e ci rifilano delle costosissime schifezze !!!
Per inciso vi dico che la colazione inglese che vi ho descritto costava solo € 2,50... un cappuccino e un croissant alla Nutella € 4,50!!!! Questo perché non hanno caffè buono, non hanno latte di mucca perché non hanno le mucche, non hanno Croissant e soprattutto non hanno Nutella, in poche parole devono importare tutto dall'Italia e questo gli costa uno stonfo, sicchè gente mangiate sempre cibo locale che è meraviglioso.
A Tenerife sono però scarsini nella preparazione dei dessert e questo per me è stato un po' un dramma (anche se due chiletti me li sono regalati lo stesso uffa) e siccome la mia mamma lo sapeva al mio ritorno non poteva farmi mancare una delle sue meravigliose crostate! Veramente erano due ma della prima ne ho assaggiata una sola fetta e non ho foto, ve la rifaccio in un'altra occasione, la seconda invece me la sono proprio gustata...tanto da lunedì inizio la dieta (sì ma da quale lunedì:-)?)
Ha trovato la ricetta nel blog Dolci pensieri e si chiama Le quattro bontà 
Quattro come gli strati di goduria che pervadono il palato quando si morde: uno di fragrante e burrosa base biscotto, uno di dolce confettura di arance (l'originale ha la confettura di ciliege), poi una deliziosa crema pasticcera ed infine una morbida copertura



Per la ricetta e le varie fasi di lavorazione vi rimando a lei ma fatela, vi dico che noi abbiamo replicato dopo soli 2 giorni quando è tornato mio fratello dagli States.... si in effetti siamo un po' giramondo :-)!
Notte a tutti
Deborah


2 commenti:

  1. Bentornataaaaaaaaaaaa........mi sei mancataaaaaaaaaaaaaaa....buona giornata, bacioni, Flavia

    MAi ...dico mai mangio italiano all'estero!!!

    RispondiElimina
  2. Ohhh meno male una col cervello!!!! Siamo o no una massa di cretini a voler per forza sempre sti cavolo di spaghetti???
    Comunque mi sei mancata anche te... ti seguivo lo stesso, sei bravissima..... smack!

    RispondiElimina

gli impastatori dicono: