martedì 22 marzo 2011

E TU CHIAMALE SE VUOI...... FRITTELLE (MA SONO I BIGNE') Simonetta

Come può una che lavora in cucina resistere ad una telefonata di un amica che gli dice: "ciao, vieni a casa mia che facciamo due bigné fritti ???"

Io non ci penso neppure un attimo....ma forse la telefonata è di Giorgino? George Clooney intendo!
No no è di una mia amica del cuore...
E cosi prendo la bicicletta e vado.

Dovete sapere che la mia amica gli anni scorsi andava ad aiutare la sorella, che aveva una pasticceria, a fare questi bigné, la ricetta si è adattata per la famiglia, ed eccola qui:

200 gr acqua
200 gr burro
200 gr farina
6 uova
un pizzico di sale
150 gr riso

Per prima cosa bisogna cuocere il riso in acqua salata ( io riso Roma ) per 15 minuti, scolarlo e passarlo sotto l'acqua. A questo punto mettere una pentola con l'acqua il burro e il sale a bollire, non appena il burro si è liquefatto e l'acqua inizia a bollire aggiungere in un sol colpo la farina, mescolare con una paletta di legno e quando il composto sfrigola ed è bello asciutto toglierlo dal fuoco.

Mettere l'impasto in un contenitore, poi con le fruste elettriche lavorare la massa ed aggiungere un uovo alla volta, quando è tutto ammalgamato aggiungere il riso e mescolare con una paletta di legno .





Mettere sul fuoco una padella con tanto olio (io di arachide ), prendere l'impasto con due cucchiaini e friggere i bigné.


scolarli su carta da forno e passarli nello zucchero semolato. Sono leggerissime e assolutamente non impregnate di olio .




Una vera bontà, a presto e grazie alla mia amica Grazia!

Simonetta

4 commenti:

  1. si mangiano anche con gli occhi, grazie Grazia e simonè!

    RispondiElimina
  2. Mamma mia che bontà.Segno e copio tutto.Mi vedo gia con il piatto in mano!

    RispondiElimina
  3. ahah che voglia!!!dopo 2 mesi di dieta!!!!condivido subito!!

    RispondiElimina
  4. Great post! I wish you could follow up on this topic!

    clomid

    RispondiElimina

gli impastatori dicono: