martedì 17 maggio 2011

E' TEMPO DI.....FRAGOLE!


L'orto del mio babbo sta dando i suoi frutti: le ciliege stanno maturando, e le fragole sono già maturate! Così Domenica scorsa per mia immensa gioia la mia mamma ha preparato questa fantastica crostata alle fragole, e da qui alla fine di Agosto ogni Domenica si ripeterà il rito: " l'ho cotta troppo, serve la motosega per tagliarla!" oppure " la crema è poco dolce, ci andava più zucchero" o ancora " mamma ci hai messo poche fragole!". Povera mamma, la faranno santa! Non mi accontenta mai, ma intanto una bella fettona delle sue crostate me la sbaffo sempre, e dopo via ai sensi di colpa!!! ( domani ricomincio la palestra, state a vedere, appena perdo il primo chilo mi stufo e smetto:)!)

Vi metto la ricetta completa di come la fa lei:

Pasta frolla: ( ricetta di Franco, mio suocero)

400 gr farina 00
200 gr di burro
200 gr di zucchero
1 uovo ed un tuorlo
un pizzico di sale
un pizzico di vanillina

Crema Pasticcera ( sempre di mio suocero )

500 ml  di latte p.s.
4 rossi d'uovo
100 gr di zucchero
50 gr di farina
scorza di limone

Per la finitura:

Fragole 500 gr
Zucchero a velo q.b.

 Procedimento:

Mettere il latte a bollire con la scorza di limone, a parte sbattere i rossi con lo zucchero fino a farli diventare biancastri, aggiungere la farina setacciata ed incorporare il latte bollente facendolo scendere da un passino.
Rimettere sul fuoco continuando a mescolare per non far attaccare la crema. Appena si sarà addensata trasferirla in una ciotola e coprirla con pellicola trasparente a contatto con la crema per non far formare la crosticina.

Preparazione della pasta frolla:

tagliare il burro a dadini e sbriciolarlo insieme alla farina, unire adesso le uova il sale e la vanillina continuando ad impastare, per ultimo incorporare lo zucchero.
Formare una palla avvolgerla in un canovaccio e riporla in frigo per una mezz'oretta.

Stenderla poi ad uno spessore di 1 cm e forerarvi uno stampo da crostata imburrato e infarinato.
Cuocere in bianco a 180° per circa 15', ( la frolla vi sembrarà cruda, ma raffreddandosi indurirà molto, quindi rispettate i tempi di cottura o sarà un problema tagliare la crostata ) sfornare e lasciar raffreddare, trasferire il guscio di frolla su di un piatto da portata e versarvi le crema, livellare  bene e guarnire con le fragole intere. Spolverare di zucchero e velo e servire.

Buon appetito a tutti e .....GRAZIE MAMMA!

Deborah

6 commenti:

  1. me ne allunghi una fetta anche qua da me bacio simmy

    RispondiElimina
  2. eh si..povera la tua mamma davvero...io comunque sia la voglio una fetta...poi con le fragole dell'orto di tuo papà, chissà che buone!!!!

    Io ho in mente di fare una crostata simile venerdì.....baci carissima a te, Fil, suocera, mamy e anche papy (anche se è l'unico che non conosco)....ciao Flavia

    RispondiElimina
  3. Bellissima torta, complimenti ciao

    RispondiElimina
  4. aaaaah che voglia di mangiarne una fetta!!! troppo buona e che fortuna avere un orto :-)))
    bacioni

    RispondiElimina
  5. mi piace pensare che sia rimasto qualcosa di mio marito nelle ricette ed anche in altro grazie ...e saluti a tutte baciiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  6. E' sì, Franco ha seminato bene e ora noi raccogliamo i frutti della sua memoria.
    Non c'è una sua ricetta che non venga bene, aveva le mani ed il cervello d'oro!
    Pensate che quello che gli chef di oggi ci dicono a mo' di scoperta dell'acqua calda lui lo diceva già a " illo tepore", e la Simonetta che è andata al corso di cioccolato di sale e Pepe ne sa qualcosa....

    La mia mamma segue sempre le sue ricette, se io le propongo una variante della frolla ad esempio lei mi fa di sì con la testa, ma poi piglia il quaderno e ricopia la ricetta di Franco...è una battaglia persa!

    Baci deborah

    RispondiElimina

gli impastatori dicono: