venerdì 9 marzo 2012

UN PRIMO CHE SA DI PRIMAVERA (Simonetta)


Un primo che è un inno alla primavera prima per gli occhi poi per il palato.
Complice il rientro da "la grande mela" della Deborah e di Filippo ieri sera mi sono divertita a preparare questo primo piatto graditissimo da tutti.
Gli ingredienti sono:
tre zucchine
due carotine
4 etti di code di gambero
un porro
una patata
della zucca
5 paccheri a persona

Procedimento: spezzettate la zucca, una patata e l'interno di un porro, bollite il tutto in poca acqua salata e fateci una cremina frullando le verdure con un po' d'olio e d'acqua di cottura, lasciatela da parte.
Con le zucchine e le carote fate una dadolata piccolissima e mettete in padella con olio e aglio tritato, saltate bene, le verdure se tagliate a piccoli cubetti cuociono subito.
Pulite le code di gambero e tagliatele a piccoli cubetti, saltateli insieme alle verdure poi aggiungete la mollica di due fettine di pane tagliata della stessa misura delle verdure e del pesce, saltate tutto ed aggiungete tanto basilico tritato, aggiustate di sale e pepe.
Nel frattempo in una larga casseruola cuocete i paccheri per 15 minuti, freddateli e scolateli e stendeteli su un canovaccio ungendoli con dell'olio. Ora arriva il bello!! Scottate nell'acqua della pasta le foglie esterne del porro e freddatele, riprendete i paccheri e riempiteli con il composto di pesce e verdure, chiudetene una porzione di 5 con un paio di foglie di porro sbollentate e ponete il tutto su un foglio di carta da forno, porzione per porzione, scaldateli in forno caldo per 10 minuti, serviteli con la crema di zucca sulla base per avere anche il morbido in bocca...

I viaggiatori li hanno apprezzati tantissimo, un consiglio: preparatene più porzioni perché vi chiederanno il bis!

Ciao Simonetta

3 commenti:

  1. che buoni questi paccheri li devo provare
    da oggi ti seguo se vuoi fallo anche tu ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, sono passata da te... compliementi per il blog, questo si che è un vero blog che parla di cucina, ora ce ne son troppi che parlano di tutto tranne che di mangiare:)!
      Brava!

      Elimina
  2. mmmm davvero intriganti! Quasi quasi passo anche io a cena la prossima volta ke li prepari!!!!

    RispondiElimina

gli impastatori dicono: