sabato 21 aprile 2012

LA TORTA DI RISO DI CAMAIORE ( Debora )






Ecco un'altra torta della nostra tradizione, questa sa proprio d'infanzia, di quando la mia nonna Clara durante le vacanze pasquali si dilettava nel preparare la Torta co' Pizzi e la Torta di cioccolato e riso, famosissima a Camaiore, sua città natale. E' nata come dolce pasquale un bel po' di anni fa quando le massaie non avevano il forno in casa e si recavano ad “elemosinare” una splendida cottura nei pochi forni a legna che qualche negozio di generi alimentari o pasticcera aveva. Era veramente una festa preparare le torte in casa e poi tutti insieme andarle a cuocere, ci si faceva pomeriggio inoltrato e si tornava a casa “profumosi” di dolce! Ora questa crostata è disponibile in qualsiasi momento dell'anno in tutte le pasticcerie e gastronomie di Camaiore perché non se ne può più fare a meno!La mia nonnina purtroppo oggi non c'è più, ma niente paura, c'è la mia favolosa mamma a raccogliere la tradizione come per la Torta co' pizzi! Ogni anno a Pasqua prepara almeno un paio di queste golose torte, persino la Simonetta se n'è innamorata tanto che la prepara anche in Hotel per i suoi clienti.


Io per natura non amo ricopiare alla lettera le ricette, quindi oggi vi propongo la mia versione della Torta di riso al cioccolato di Camaiore, un po' stravolta, non me ne vogliano i Camaioresi, ma secondo me è da urlo!

Dunque, per farla breve sennò v'annoio, l'originale prevede un guscio di frolla, ognuno usi la propria ricetta che vanno tutte bene, ed un ripieno di riso cotto nel latte con l'aggiunta di cioccolato, zucchero e uova. Io, invece della solita pasta frolla, ho usato una pasta sablé alle nocciole, ed ho arricchito un po' il ripieno...300gr di cioccolato fondente mi sembravano un po' scarsini:)!
Ricetta:

Pasta Sablé alle nocciole:

300 gr di farina 00
100 gr di nocciole tostate e spellate
200 gr di burro a cubetti e congelato
200 gr di zucchero
mezza bacca di vaniglia

Ripieno:

1,5 lt di latte p.s.
200 gr di riso Roma
300 gr di cioccolato fondente al 55/60 %
150 gr di ottimo cacao amaro
180 gr di zucchero semolato
1 uovo
1 bicchierino di ottimo rum scuro Cubano
scorza di 1 limone non trattato
mezza bacca di vaniglia
 
Procedimento:

Porre sul fuoco il latte e quando bolle versarvi il riso, la scorza di limone e la bacca di vaniglia, mescolare ed abbassare la fiamma, lasciar cuocere per 10 minuti.
Nel frattempo dedicatevi alla pasta sablé: nel mixer o, nel Bimby se l'avete, polverizzate le nocciole con 50 gr di zucchero presi dal totale ( 30 sec a vel 9 ), dovete ottenere una sorta di farina abbastanza granulosa dal profumo unico che darà al vostro impasto una consistenza sabbiosa e “zuccherosa”. Aggiungete il burro congelato, la polpa della bacca di vaniglia, la farina e lo zucchero restante, mixate tutto a intermittenza per non bruciare il burro, col Bimby 20 sec vel 3 /4.
Stendete subito l'impasto ottenuto a mezzo cm di spessore e foderatevi una teglia per crostate imburrata ed infarinata, meglio se col fondo amovibile. Foderate con pellicola e riponete in frigo a rassodare.
Trascorsi i 10 minuti togliete latte e riso dal fuoco, recuperate la scorza di limone e la bacca di vaniglia, ed aggiungete al composto tutti gli ingredienti del ripieno tranne l'uovo, aiutatevi bene con una frusta. Scaldate il forno a 180°, riprendete lo stampo dal frigo e solo quando la crema sarà fredda aggiungete l'uovo sbattendo e amalgamando bene, versate il composto nel guscio della torta e cuocete per 40' 50' a seconda del materiale del vostro stampo, se è antiaderente basteranno 40'.


Non so veramente che dire, solo che stamattina abbiamo tutti fatto una splendida colazione e che spero che la mia nonnina da lassù mi guardi e sia fiera di me, anche se avrebbe sicuramente qualcosa da ridire, non era mai contenta!

Buona notte golosoni!!!

Deborah


9 commenti:

  1. Mi raccomando signori,il rum cubano è,la mi socera se non l aveva non faceva la torta,scherzi aparte Deborah il limone in questa torta la nonna non lo metteva ciao bacini!

    RispondiElimina
  2. La nonna non faceva neanche la pasta sablé alle nocciole, faceva una normalissima pasta frolla ma io ho voluto stravolgere tutto per vedere la facevo più buona della tua:)!
    Bacioni Mamma!!!!!

    RispondiElimina
  3. Buonissima!!!!!!!!!!!!!!Sicuramente la nonna ti guarderà dall'alto orgogliosa di te!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi guarda senz'altro, orgogliosa pure, ma sicuramente mi direbbe che potrei fare di meglio, lei era molto ambiziosa!

      Elimina
  4. Mi piace scoprire queste ricette regionali della tradiione, e questa torta oltre ad esser originale mi sa esser buonissima!!! La segno"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terry è mooolto buona, fatta poi con questa pasta sablé alle nocciole è favolosa!
      Provala e fammi sapere!

      Elimina
  5. Ciao arrivo qui dopo aver letto una tua ricetta sul libro i-kitchen. Ma che bel blog e quante belle ricette, mi piacciono molto!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Maria e benvenuta!!! Anche io son passata da te ed ho visto il tuo splendido blog! Che bel canino che hai!!!
    I-Kitchen è stata una bella esperienza che senza la nosta amica Patrizia non "sarebbe neanche stato"!!!
    Pat se tu non ci fossi andresti inventata!
    Ciao Maria!

    RispondiElimina

gli impastatori dicono: