domenica 26 febbraio 2012

Dopo il pane che non si impasta la brioche........(simonetta

Volete che dopo il pane non abbia provato ha fare questa briosche fantastica ????? E vi dico che sono rimasta molto contenta e sarà la mia preferita .La ricetta l'ho presa sul libro di J.hertzaber e Z francois da FIVE MINUTE bread .

ingredienti 250 farina manitoba,100 burro fuso freddo 75 grammi acqua,2uova,50grammi miele di acacia,pizzico di sale ,10 grammi di lievito di birra.
Procedimento :sbattere le uova in una ciotola sfare il lievito nell'acqua ed aggiungerlo alle uova ,mettere il miele,il burro fuso freddo e poi con una forchetta amalgamare la farina ed il sale .



Lasciare l'impasto cosi e metterlo in frigo coperto ,anche per 5 giorni io dopo 2 ero curiosa e l'ho fatto .Ho messo sul tavolo diviso in tre e poi fatto una treccia ed ho messo ha lievitare fino a che non arriva al bordo .
poi in forno a 180 per 20 minuti (nel mio forno)
ma la prova stecchino è importante .



E' venuto leggerissimo e poi con un po' di marmellata è fantastico .







Provate e mi saprete dire .







Io ora per colazione mangio le fette di questo pane ,e poi vedete che fette precise ,per quelle va' un grazie a due miei amici che me lo hanno fatto e poi per un raduno a Siena me lo hanno portato Valeria e Giorgio grazie,baci Simonetta







lunedì 20 febbraio 2012

ODDIO CHE PIZZA!!!!!!!!! ( Deborah )

Mamma mia che pizza! Sabato sera Filippo ha dato il meglio di sé, io gli avevo solo chiesto di darmi una mano nella stesura delle pizze per tutta la famiglia, ma quando ha avuto il mattarello in mano sembrava Picasso col pennello: ha iniziato a chiedere la farina gialla perché così la pizza viene più croccante, poi le forbici che io credevo usasse per tagliare il bordo in eccesso, poi il pennello, alla fine ho smesso di lavare i piatti e mi son messa a guardarlo.... Il mattarello l'ha rimesso a posto perché ha detto che la pasta era talmente bella che si spianava da sé, e qui mia mamma ha fatto una porca figura perché la pasta era merito suo!!! Io stavolta ho veramente solo mangiato e molto bene direi, me la sono gustata 'sta pizza perché domani parto per gli States e allora mi son chiesta: ma io in 15 giorni la ritroverò una pizza così? Sicuramente il cibo sarà l'ultimo dei miei pensieri.... Ma veniamo alla ricetta:

Per la pasta mia mamma usa la ricetta classica che Simonetta le ha insegnato 14 anni fa e non l'ha più modificata, ha fatto proprio bene è un impasto che non tradisce mai le aspettative:

kg 1 di farina 00 ( Spadoni, Chiavazza o Conad )
ml 500-600 di acqua tiepida
gr 25 di lievito di birra
un pizzico di sale
un cucchiaio d'olio

Per la farcitura mettete quello che più vi piace, qui Filippo è stato “leggerino” ed ha messo mozzarella e salsiccia nel bordo e margherita con salsiccia gorgonzola e cipolle sulla base.....tanto c'era la finale di Sanremo ed il tempo per digerire ce l'avevamo tutto tutto!

Sciogliete il ldb in poca acqua tiepida ed aggiungete poco a poco farina ed acqua, a metà impasto mettete sale ed olio e continuate ad impastare fino a raggiungere una consistenza “appiccicaticcia” lo so che il termine è coniato per l'occasione ma almeno rende bene l'idea. L'impasto non deve per nessun motivo essere bello sodo e compatto pena la fragranza e la sofficità della pizza.
Fate lievitare l'impasto nella sua ciotola in frigo coperto con un canovaccio umido per circa 4/5 ore, 2 ore prima togliete dal frigo e formate le palline adatte alle vostre teglie, lasciatele sul piano di lavoro infarinato scoperte.

Accendete il forno a 200°, prendete una pallina schiacciatela col palmo della mano mentre la fate ruotare sul piano di lavoro ben infarinato di farina gialla, questa operazione ve la farà spianare in 2 minuti senza mattarello, allargatela per bene e ponetela nella teglia unta di olio evo e lasciatela debordare come in foto. Se non vi riesce spianarla tanto date qualche colpo di mattarello.  

Praticate dei tagli di 6-7 cm sul bordo, farcitelo a piacere, mi raccomando NON usate ingredienti umidi che possano forare il bordo tipo formaggi cremosi, pesto alla Genovese ecc.., meglio mozzarella ed un salume. 

Richiudete bene il bordo e premete per non far fuoriuscire il ripieno così:

Farcite a piacimento la pizza mettendo un po' di pomodoro anche sul bordo ripieno, sentirete che goduria, sarà come magiare un piccolo calzone!!! Infornate a 200° per circa 15'-20' a seconda del vostro forno e gustatela bella calda! 

Buon appetito, adesso scappo a fare le valige!!!

Bye bye Deborah

venerdì 17 febbraio 2012

GIOVEDI' GRASSO.....SI FRIGGE !!! (Simonetta)

Come di regola dico sempre: quest'anno non friggo non faccio niente, ma poi non ce la faccio, sono una tradizionalista per certe cose, e così anche quest'anno ho dato...


Però ho fatto delle frittelle leggere e senza crema, solo con il riso, la mia coscenza è salva:)


Ecco la ricetta:
200 gr di acqua
200 gr di burro
200 gr di farina
un pizzico di sale
60 gr di riso cotto e poi freddato
6 uova.

Mettere nel pentolino l'acqua, il burro ed il sale e portare tutto a bollore, tirare giù in un sol colpo la farina e mescolare per bene con una spatola. Lasciare l'impasto sul fuoco per due minuti e dopo mettere il composto in una ciotola, con le fruste aggiungere le uova  una alla volta, il composto deve risultare così.



Aggiungere al composto il riso amalgamare bene e poi con il cucchiaio prendere delle piccole cucchiaiate d'impasto e metterle in padella in olio caldo ( io arachide ) e friggerle.


farle dorare per bene e scolarle








Passarle tutte in una ciotola con dello zucchero semolato e servirle, si potrebbero anche riempire con un pò di crema, ma io non volevo strafare e me le sono mangiate così, nature...

Vi dico che sono leggerissime, non assorbono olio...e che volete di piu' da delle frittelle ????



Buon giovedì grasso ma sono buone anche per martedì ......baci Simonetta

mercoledì 15 febbraio 2012

IL BATTESIMO DI MATILDE ( Simo e Deborah)

Credevate che non postassimo più???? No!!!E' che eravamo prese per il battesimo di Matilde, la nipotina di Deborah, e allora vi faccio vedere un po' di foto del buffet di domenica scorsa, eravamo in 100 persone ed è stato proprio un bel divertimento!!!
La prima foto è la torta di pannolini che ho fatto io per regalo alla bambina, è bella ?????


Poi tutti i dolcetti che la Deborah ha fatto ed io decorato


Erano una cascata bellissima .




















Il Buffet continuava poi con le preparazioni salate, i formaggi gli affettati e le tantissime torte.


Il Danubio buonissimo e bellissimo che ha fatto la Deborah con il suo Bimby


La Torta co' pizzi come le chiamano a Camaiore fatte dalla mamma della Deborah.



e di nuovo la torta pannolini.

Non abbiamo fatto in tempo a fotografare il resto, sarà per il prossimo catering :-)!

Ciao a presto.

Simo e Debby














mercoledì 1 febbraio 2012

I GIORNI DELLA MERLA...CASTAGNACCIO (Simonetta)

Questo è quello che ho fatto oggi: il Castagnaccio.

Dovete sapere che io il Castagnaccio lo faccio una volta l'anno quando ci sono i giorni della merla ,cioè i giorni piu freddi dell'anno .
Sarà per una giustificazione pensando: "è freddo ci vogliono più calorie", e cosi il mangiarlo è più giustificato!!! 


E' una ricetta semplice, io lo faccio cosi : 400 gr. di farina di castagne, 250 ml di latte e poi acqua fino ad arrivare a 600 ml, non mettetela tutta in una volta ma piano piano, poi un pizzico di sale, 80 gr di zucchero e un cucchiaio di olio.


Setacciare la farina in una ciotola poi aggiungere i liquidi e lo zucchero, con la frusta sciogliere bene, aggiungere l'olio e mescolare bene.
Io ho usato una teglia di alluminio vecchia perche mi sembra che il dolce ci venga meglio, oliarla per bene, versare il composto ed aggiungere un pugno di noci tritate, un po' di aghi di rosmarino ed infornare a 180° per 35'. Vi prego fatelo subito, mangiatelo e cosi con tutta questa neve anche voi avrete una scusa...




Ciao
Simonetta