mercoledì 16 maggio 2012

CUPCAKES DI COMPLEANNO ( Debora )




Da oggi sono ufficialmente iniziate le prove preparare un goloso buffet di compleanno alla mia nipotina Matilde, mancano ancora un bel po' di mesi al suo primo compleanno sicché di tempo ne ho per esercitarmi al meglio. Voglio per Lei e per tutti i suoi amichetti dei dolcetti piccoli e super colorati con i quali si possano divertire ed “impiatricciare “per bene!

Inizio con questi simpatici e colorati cupcakes di compleanno facili facili che danno spazio alla fantasia, perché il buono sta nel dolcetto ma il bello nella decorazione, e allora via iniziamo!


Ingredienti per 12 pezzi

250 gr di farina 00
150 gr di burro
150 gr di zucchero
1 cucchiaio di zucchero vanigliato
3 uova
1 pacchetto di preparato per budino alla vaniglia
1 cucchiaino di lievito per dolci
2-3 cucchiai di latte



Per decorare:

Cupcakes verdi

200 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di succo di limone
1 cucchiaio di acqua
coloranti per alimenti
codette di zucchero

Cupcakes Gialli:

200 gr di panna liquida
150 gr di mascarpone
70 gr di zucchero a velo
colorante giallo
confettini colorati

Cupakes a pois:

2 cucchiaini di cioccolato spalabile
1 tubetto di smarties

Preparazione:

In una terrina montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto bianco e spumoso, quindi aggiungetevi, una alla volta, le uova. Setacciate la farina con il lievito ed il preparato per budino, quindi sempre mescolando mettetela poco per volta nel composto di uova e burro, unendo il latte per ammorbidire l'impasto.
Mettete i pirottini di carta in uno stampo per muffin e versatevi l'impasto riempiendoli fino a metà. Cuocete per 25-30 minuti nel forno preriscaldato a 180°. Sfornate i cupcakes e lasciateli raffreddare.

Preparate le decorazioni e divertitevi!!!

Decoro giallo:
Mescolate la panna con lo zucchero a velo, unitevi il mascarpone e montate bene il tutto, aggiungete un po' di colorante giallo e mettete il composto un un sac à poche munito di boccetta liscia. Decorate il cupcakes e fateci cadere sopra delle piccole palline colorate




Glassa verde:
mescolate pian piano lo zucchero con l'acqua calda e il succo di limone, aggiungete un po' di colorante fino a raggiungere il punto di verde desiderato e spalmate la glassa sui cupcakes, decorate con confettini e codette di cioccolato.



Decoro a pois:
Spalmare un po' di cioccolato su ogni smarties ed attaccarlo qua e là sui cupcakes, spolverandoli infine con un po' di zucchero a velo.

Buon divertimento e buon compleanno!!!

Debora



lunedì 7 maggio 2012

LE DELIZIE DI LUCA MONTERSINO ( Debora )


Questa non è una semplice crostata alla frutta come tutti possono pensare, questa è La Crostata per eccellenza!
Come al solito quando voglio andare sul sicuro mi affido al miglior maestro pasticcere che io conosca, Luca Montersino!

La crostata che ho fatto è la Crostata Frangipane alle mele e frutta fresca presa dal n° 3 dell'Accademia di Pasticceria, una vera scuola di pasticceria multimediale in cui Montersino insegna con la sua semplicità e chiarezza a fare tutto ma proprio tutto quello che c'è da sapere sulle tecniche e gli impasti base di pasticceria fino ad arrivare alle preparazioni più complesse.

Bando alle ciance e veniamo alla ricetta, o, come direbbe lui, vediamo insieme la grafica degli ingredienti:


Per uno stampo da 20 cm di diametro ( io 26 e mi ci son voluti tutti per terminare le preparazioni )

300 gr di pasta frolla ( io 450 gr )
400 gr di mele
30 gr di zucchero
10 gr di burro
25 gr di calvados ( io rum )

Per il frangipane:

250 gr di mandorle in polvere
250 gr di burro
250 gr di zucchero a velo
100 gr di farina 0
250 gr di uova

Per la finitura:

100 gr di crema pasticcera
300 gr di frutta fresca mista ( io fragole, lamponi, mirtilli, kiwi, banane)
40 gr di confettura di albicocche
100 gr di gelatina neutra ( io una bustina )
50 gr di granella di pistacchi
 

Questa crostata deve essere preparata 1 giorno prima e congelata in modo da poter essere maneggiata senza la pura che si possa rompere, quindi dato che ci siete, ve ne potete anche preparare 2 e tenerle nel congelatore pronte da essere decorate e servite.
Partiamo con la preparazione più lunga che è quella delle mele, tagliatele a tocchetti non troppo piccoli e fateli fondere in padella con il burro, sfumate con il calvados inclinando la padella e “flambando” le mele, fate molta attenzione alla fiamma! Portate quasi a cottura controllandole spesso e fatele raffreddare in un piatto largo.
Nel frattempo preparate il frangipane, in questo caso è quello classico alle mandorle, ma può essere fatto ad esempio anche con la farina di nocciole o di noci, secondo il vostro gusto.
Montate con le fruste elettriche ( io K ) il burro pomata con lo zucchero a velo ottenendo un bel composto chiaro e cremoso, aggiungete le uova una alla volta senza aggiungere l'altra se la prima non è stata ben incorporata, abbassate adesso la velocità delle fruste ed incorporate adesso la farina di mandorle montando bene, e per ultima la farina 0 fino ad ottenere un composto omogeneo. Mettete da parte.

Rivestite adesso lo stampo imburrato ed infarinato con la pasta frolla tenendovi a mezzo cm dal bordo, spalmate la confettura di albicocche sul fondo
 
Aggiungete le mele caramellate

Con l'aiuto di un sac à poche completate la crostata con il frangipane tenendovi a quasi un cm dal bordo



Spolverate con un po' di granella di pistacchi ed infornate a 180° per circa 40' ( o più a seconda del forno, ma la crostata è cotta quando lo stuzzicadenti esce bello pulito ed il dolce è abbastanza colorito ). Sfornate e fate raffreddare nello stampo, dopodiché sformate e mettete in congelatore ad indurire bene.

Io l'ho tolta dal congelatore 6 ore rima di mangiarla e l'ho subito decorata così:
mettete la crema pasticcera in un sac à poche e coprite la superficie della crostata cercando di fare degli “spuntoncini” più altri ai bordi che vi serviranno per tenere alta la bordatura esterna di frutta. Adesso spazio alla fantasia e decorate con la frutta a vostro piacere, spennellate la crostata con la gelatina neutra e spolverate a superficie con la granella di pistacchi.
Fate scongelare in frigo, toglietela un'ora prima di mangiarla e servitela.



A nostro giudizio è stata una delle crostate di frutta più buone e bella che abbiamo mangiato!
Provatela, magari anche con delle varianti, e fatemi sapere.

Un bacione e buon inizio settimana

Debora

sabato 5 maggio 2012

TRECCINE, TRECCINE E ANCORA TRECCINE !!! (Simonetta)



Queste treccine le ho preparate oggi e sono una favola, leggere un pochino sfogliate ed in alcuni casi ti fanno passare il nervoso ( come nel mio...) o te lo fanno venire se non hai pazienza:)! 


 La ricetta l'ho presa da un sito francese e me la sono tradotta da me, come al solito, ed ho fatto così:

Ricetta:

450 gr di farina forte
15 gr di ldb
un pizzico di sale
60 gr di zucchero
260 gr di latte
15 gr di burro
un tuorlo d'uovo
2 cucchiai di latte
3 cucchiai di acqua
3 cucchiai di zucchero

Per la sfogliatura:

150 gr di ottimo burro

Procedimento:

Mettere nell'impastatrice farina, lievito sbriciolato, il sale e, scaldare il burro nel latte e non appena si scioglie aggiungere il tutto alle polveri nel'impastatrice. Cominciare a lavorare con il gancio per almeno 10', io ho dovuto spolverare con un po' di farina, circa un cucchiaio, perchè l'impasto era troppo morbido. Ho poi trasferito tutto in una ciotola e riposto frigo coperto con pellicola; nel frattempo ho lavorato il burro per la sfogliatura dandogli una forma di rettangolo dello spessore ci dirca 7 mm, l'ho spolverato di farina, avvolto nella pellicola e rimesso in frigo fino al momento dell'utilizzo.
La mattina successiva ho ripreso l'impasto ed il burro dal frigo, ho spolverato il piano di lavoro con un po' di farina ed ho iniziato le pieghe, ne ho fatte tre intervallate da un passaggio in frigo ogni volta per 10', dopo l'ultima piega dall'impasto sfogliato ho ritagliato 45 strisce con le quali ho formato le treccine, ne ho ottenute 15 che ho lasciato lievitare per 2 ore in forno spento con la luce accesa.

Cottura:
Scaldare il forno statico a 200°, spennellare le treccine ormai lievitare con l'uovo sbattuto ed il latte ed infornarle per circa 15'. Come la solito appena sentite il profumo c'è odor di cottura!!!
Preparate con acqua e zucchero un bello sciroppino e spennellatele appena calde! Sentirete che profumo...Celestiale!!!


Buona colazione, merenda o perchè no, buona cena con un bel cafféllatte!

Baci Simonetta

martedì 1 maggio 2012

I-KITCHEN....UN CUORE GRANDE GRANDE! (Debora)


Questo libro merita di essere acquistato, è inutile che ve lo dica!
Non contiene solo ricette, ma il cuore grande di tutte noi foodblogger che abbiamo risposto all'appello di Patrizia !  Il progetto è piccolo lo sappiamo, ma di sicuro ci sta dando molte soddisfazioni!
Dopo l'alluvione del 25 ottobre 2011 che ha devastato la costa Ligure inghiottendo i paesi più belli della penisola Italiana, come Monterosso e Vernazza, quello che più ha colpito è stato il dramma di una giovane donna che non si disperava per se stessa quanto per la casa famiglia nella quale prestava servizio e che il diliuvio si era portata via. Quando Patrizia ci ha chiesto aiuto con delle semplici ricette da poter raccogliere in un libro ( il cui ricavato andrà totalmente in beneficenza ) tutte noi foodblogger abbiamo felicemente aderito!
Francamente sono talmente felice ed emozionata che non mi 
ricordo quale delle ricette che ho regalato sia stata pubblicata ( il libro non mi è ancora arrivato uffa!), ma credo fosse questa e ve la ripropongo:
 


La Mantovana della Nonna Dina:

180gr di farina 00
180 gr di burro fuso freddo
180 gr di zucchero
2 uova intere e 2 rossi
una manciata di pinoli per guarnire.

Montare insieme le uova ed i rossi con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, aggiungere a filo il burro fuso ma fatto freddare continuando a montare. Incorporare adesso la farina gradatamente mescolando dal basso verso l'altro per non smontare il composto, questo è un dolce il cui unico lievito è l'aria che riusciamo ad incorporare mescolando bene quindi fate attenzione altrimenti rovinerete tutto.

Versare adesso l'impasto in uno stampo a cerniera ricoperto di carta da forno, cospargere bene di pinoli ed infornare a 180° per circa 30', fate comunque sempre la prova stecchino.
Sfornate e lasciate raffreddare nello stampo.

 

All'Hotel Esplanade la serviamo per colazione ai nostri clienti ed io spero sempre che ne rimanga una fetta, ultimamente però mi son fatta furba, la fetta me la prendo prima che inizino le colazioni...non si sa mai:)!!!

In questi giorni sulla costa Versiliese ha diluviato e non accenna a smettere, ma i nostri bambini non si sono dati per vinti ed hanno organizzato un piccolo mercatino pieno di golosità tra cui La mantovana della Nonna Dina che se ne sta in casa a prendersi i complimenti per questa golosa e semplice ricetta!






Provatela e soprattutto fate e fatevi un regalo acquistatando I-Kitchen tramite il sito http://www.liberodiscrivere.it/, non ve ne pentirete!

Buona giornata
Debora