mercoledì 20 febbraio 2013

I GIRASOLI DI MORENA ( Debora )

In una giornata uggiosa come questa l'ideale per noi è "capuccinare" con un goloso lievitato.

Ieri sera dopo aver visto le previsioni del tempo mi sono messa all'opera rispolverando il post della mitica Morena che sui lievitati è un asso! Spiega tutto benissimo e fa sembrare tutto così facile anche se in realtà non lo è, almeno per me!
Come al solito NON ho letto per bene la ricetta sicché durante l'esecuzione ho dovuto modificare l'impasto dei Girasoli ( alle dieci di sera poi se mi manca qualche ingrediente dove me lo vado a pescare???), vi giuro che quella povera planetaria dal rumore che faceva sembrava che schiantasse da un momento all'altro, perché la ricetta prevede l'utilizzo di 1 uovo ed io non l'avevo, quindi ho aggiunto un po' più d'acqua tiepida, ma dopo il burro morbido non faceva incordare l'impasto, allora ho messo un cucchiaino di farina e... magia! L'impasto s'è incordato a meraviglia rilasciando un profumo di lievito celestiale!



Ecco la ricetta:


Ingredienti:

250 gr farina manitoba
250 gr farina 00
180 gr acqua tiepida ( io anche 220! )
100 gr di zucchero
10-25 gr di lievito di birra fresco
1 uovo
70 gr di burro morbido
4 gr di sale
1 arancia biologica






Per la farcitura:

Crema Lindor  q.b, se come me non avete letto bene la ricetta e quindi non vi siete accorti che servono 7 ore di riposo ( che io non avevo! ) per farla, usate la Nutella, non è proprio la stessa cosa ma ci possiamo accontentare! Però provate la Crema Lindor, è incredibile come sia identica ai famosi cioccolatini!

Setacciate nella ciotola della planetaria le due farine, aggiungete il lievito sbriciolato ( la quantità dipende dalla fretta che avete, ma 1 cubetto secondo me é eccessivo ) un goccio d'acqua e fate partire la planetaria. Dopo un pochino aggiungete lo zuccchero con un altro goccio d'acqua e continuate ad impastare, aggiugnete anche l'uovo e la scorza d'arancia. Impastate bene a velocità moderata e se necessario aggiungete un po' d'acqua, portate a incordatura.
Unite ora il sale ed il burro morbido a pezzetti poco alla volta e riportate ad incordatura, l'impasto deve risultare liscio ed omogeneo quindi se vi rimane appiccicoso aggiungete 1 cucchiaino d'acqua.

Formate una palla e ponetela in una ciotola ricoperta di pellicola, fate lievitare fino al raddoppio ( io l'ho messa in forno spento con la lucina accesa e mi ci son volute 3 ore). Trascorso il tempo stendete l'impasto in un rettangolo unico altro 1/2 cm oppure come suggerisce Morena, stendete più rettangoli con 200 gr di pasta ( io ho fato così ) e spalmateci la Crema Lindor, arrotolate dal lato corto e formate dei cilindretti, adesso con un  paio di forbici fate dei tagli di circa 3cm facendo attenzione a non andare fino in fondo. Spostatevi sulla placca coperta di carta forno e formate i girasoli unendo le 2 estremità.
Fate lievitare ancora una mezz'oretta, spennelate poi con latte ed infornate a 180° per circa 20', il mio forno è lento e mi ci sono voluti 30'.


Fate raffreddare bene e buona colazione...o cena!

 Ciao  a tutti

Debbie!


 

venerdì 15 febbraio 2013

Risotto con i carciofi (ultimo della serie)

tutto nasce da tre carciofi che avevo nel frigo e dal pensare ,a pranzo mangio solo un primo  ,e allora lo faccio ricco per tacitare la mia coscenza che vuol farmi dimagrire , non so chi vincerà .
 Ingredienti x 2 persone 3 carciofi una fettina spessa di lardo di colonnata.mezza cipolla bianca vino bianco olioextra.Tritare la cipolla metterla con l'olio in un tegame per il risotto (con un fondo spesso )aggiungere due carciofi tritati e il lardo anche quello tritato far rosolare bene aggiungere 180 grammi di riso  (io vado a pugni ) due per persona poi quando è soffritto bene aggiungere il vino ,poco . evaporato il vino io ho fatto cuocere con del brodo di carne avevo quello ,se nò va bene anche un brodo vegetale .
mentre si porta a cottura il riso aggiungendo a poco a poco il brodo,si pulisce l'ultimo carciofo a fettine  fini fini si mettono nell'acqua frizzante e si scalda la padella dei fritti ,le fettine di carciofo io le ho passate nella farina di grano duro e semolino e le ho fritte ,sono venute croccantissime ,salarle .ed metterle ad asciugare dall'olio su una carta .
Intanto il riso è cotto assaggiare se è salato o se bisogna aggiungere il sale impiattare mettere i carciofi fritti intorna al risotto una bella spolverata di parmigiano e  buon appetito .
Per filippo che mi dice che faccio le foto tutte eguali ma non sapevo che lo fotografavo ,quando il piatto è stato pronto e mi mettevo a tavola mi è piaciuto ed ho fatto le foto ,io improvviso sempre ,è il mio carettere niente di programmato,posso cambiare ora???????? ciao baci