mercoledì 3 febbraio 2016

DELIRIO AL CIOCCOLATO BIANCO ( Debora )


Questa è la storia di un amore, l'amore spassionato di una mamma per il proprio figlio, l'amore appassionato di una moglie per il proprio marito. E' un triangolo: il marito, la moglie e la suocera... detta così sembra più la trama di un delitto che la storia di un amore, ed invece vi garantisco che non lo è.
Tutto inizia da un dolce che impazza sul web e che tutte le food blogger fanno e rifanno sulle proprie vetrine, è pazzia pura! E' il 2010,  se ne parla sui social, lo ritrovi come argomento di discussione ad una cena tra amiche, ti chiedono di farlo in famiglia e la Simonetta, che si tirasse mai indietro una volta, si cimenta nella preparazione questa goduria: il Delirio al Cioccolato di Giuliana Fabris visto per la prima volta da Pinella, e rivisto da Morena, insomma proprio un delirio! E' un dolce che ti cattura il palato e ti rapisce la mente, ma per Filippo... per Filippo anche no! Lui ama solo gli ingredienti "bianchi" ed il delirio al cioccolato di bianco non ha proprio nulla: tutto cacao e crema gianduia, 'na vera schifezza per lui, sicchè ogni volta che io o lei lo  rifacciamo lui non lo mangia  e sta a guardare... Non ci piace! Sicchè  in treno, di ritorno da un corso di pasticceria io e la Simo ci spremiamo le meningi per accontentare il palato esigente del nostro cocchino e ne esce un capolavoro! Un successone, più buono e richiesto dell'originale!!!Ormai abbiamo divulgato la ricetta perché tutti ce la chiedono e chissenefrega del copyright, ce la copiano perfino i ristoranti e quindi è doveroso presentarla a voi anche perché così non me la chiedete più e ve la scopiazzare da soli ;-)

DELIRIO AL CIOCCOLATO BIANCO ( di Simonetta )



Ingredienti per il guscio di frolla ( sempre la ricetta della Van Pelt, e chi la molla! )

300 gr di farina 00 ( io uso la farina Petra per frolla e sfoglia, la N° 1 mi sembra...)
200 gr di burro
100 gr di zucchero semolato
scorza di limone e interno di mezza bacca di vaniglia.

Per il Delirio Bianco:
400 ml di panna liquida per dolci
150 gr di ottimo cioccolato bianco
150 gr di zucchero semolato
2 uova
2 cucchiaini di maizena

Procedimento con il bimby TM 31 e TM 5:
Inserire nel boccale lo zucchero e gli aromi 10 sec vel 10, inserire poi, farina, burro e uova, 20-25 sec vel 4/5.
Prendere il composto dal boccale, ricomporlo e stenderlo subito sulla spianatoia in una sfoglia alta 8 mm, posizionarla in una teglia per crostate meglio con fondo amovibile, oppure in uno stampo a cerniera antiaderente imburrato ed infarinato di 26 cm di diametro.Riporlo subito in frigo coperto con pellicola trasparente.
Per il ripieno: inserire nel boccale il cioccolato bianco a pezzi, la panna e lo zucchero, 10 sec vel 10, e poi 7 min 100° vel 4.
Togliere dal boccale e versare in una ciotola di coccio a raffreddare. Scaldare il forno a 180°, riprendere il composto di cioccolato e panna ormai freddo ed aggiungere le uova sbattute e la maizena setacciata. Versare nel guscio di frolla e cuocere a 180° per 40 min. La superficie non deve colorire, quindi dopo 15 min coprire con un foglio di alluminio.


Metodo tradizionale: fate la fontana di farina e zucchero sulla spianatoia, in mezzo mettete le uova, lo zucchero, il burro e gli aromi. Impastate bene con la punta delle dita per non scaldare l'impasto, stendere la frolla ad uno spessore di 8 mm e posizionatela in una teglia per crostate meglio con fondo amovibile, oppure in uno stampo a cerniera antiaderente imburrato ed infarinato di 26 cm di diametro.Riponetelo subito in frigo coperto con pellicola trasparente.

Per il delirio bianco:
Fate fondere a bagnomaria il cioccolato bianco sminuzzato con la panna e lo zucchero e fate raffreddare. Scaldate il forno a 180°, riprendete il composto di cioccolato e panna ormai freddo ed aggiungete le uova sbattute e la maizena setacciata. Versate nel guscio di frolla e proseguite con la cottura come sopra.

La superficie della torta deve risultare tremolante come un budino... vi garantisco che si scioglie in bocca, è una vera goduria troppo trooopppo buona!


Adesso vi saluto, vado a sperimentare qualcos'altro di godurioso.
Alla prossima impastatori!