venerdì 20 gennaio 2012

MES GOURMANDISES... ( Deborah )


Salve a tutte, oggi avevo proprio voglia d'inaugurare il mio nuovo stampo per cioccolatini, l'ennesimo direi....! Mi è stato regalato per Natale da una Signora che dichiara di aver detto: Deborah appena l'ho visto ho pensato subito a te! Dunque ho ripreso una vecchia ricetta per cremini trovata da lei (e da chi sennò!) l'ho sistemata e riadattata per gli stampi ed ho agito così:

 
Negozietto di borse e scarpe

Ingredienti:

150 gr di nocciole igp del Piemonte tostate

50gr di zucchero semolato

300 gr di ottimo cioccolato bianco

Procedimento:
Procuratevi uno stampo per cioccolatini in silicone come il mio, se avete quello in policarbonato meglio ancora.
Per prima cosa bisogna fare la pasta di nocciole mettendo nel mixer le nocciole e lo zucchero, mixare tutto al massimo della velocità fino a che non otterrete una profumatissima purea, ci vorrà un po', se non vi riesce subito non perdete la pazienza, spegnete il mixer radunate la farina ottenuta e mixate di nuovo. Se invece avete il Bimby fate decisamente prima, mettete nel boccale le nocciole e lo zucchero e polverizzate per 20 sec. a vel. 10 spatolando per far sì che il composto non si depositi sulle pareti e quindi venga ben lavorato, controllate la consistenza del composto, se è ancora farinoso come è successo a me, riavviate ancora il Bimby per 10 sec a vel 10.
 
Mettete da parte la crema e fondete al micro il cioccolato bianco ridotto a pezzi, mescolateci la pasta di  nocciole e trasferite subito il composto negli stampini scuotendo e sbattendo bene lo stampo sul piano di lavoro per eliminare eventuali bolle d'aria. Mettete poi in frigo a rassodare per un paio d'ore o se potete per tutta la notte, sformate e servite! 
Una vera bontà, sono cioccolatini delicatissimi, uno tira l'altro e non si riesce a smettere di leccarsi le dita!



Ho ottenuto 35 cioccolatini con questa dose, mi sembra doveroso smettere subito di mangiarli e regalarne un po' alla signora che mi ha donato lo stampo:)
Provateli, a presto

Deborah

sabato 14 gennaio 2012

E' LA FINE'.....MI E' ARRIVATO IL BIMBY!!!!!!!!!!!!!! ( Deborah )

E' sì, il corriere non ha fatto in tempo a consegnarmelo che io l'ho già messo in funzione!!! L'idea di comprarlo mi è venuta durante la scorsa estate quando in Hotel abbiamo ospitato vari corsi di cucina e dimostrazioni di questo fantastico strumento per cucinare, mi ha affascinato il fatto di poter mangiare buono e sano allo stesso tempo, di usare poco condimento per ottenere piatti comuque gustosi per me che tengo sempre abbastanza alla linea ma anche al palato!!! E allora per prima cosa ho preparato questa gustosa Vellutata di Porri e Finocchi seguendo una ricetta trovata su Cookaround, me la sono un po' aggiustata ed ho fatto così:

Ingredienti:
450 gr di finocchi tagliati a pezzi ( non buttate le barbe che serviranno per la decorazione )
150 gr di porri tagliati a rondelle
400 gr di acqua
30 gr di maizena
30 gr di burro ( io olio 20 gr)
sale q.b
pepe q.b.


Nel boccale mettere porri e finocchi a pezzi 1 min e 20' a vel 3, aggiungere acqua e latte 20 min. 90° vel 1.
Aggiungere poi burro ( io olio ), noce moscata  a piacere ( io no ) e maizena 7 min 100° vel 4, dopodichè vellutare 2 min a vel 9.

Preparate se vi va dei crostini, io ho usato il pane tricolore che avevo preparato la scorsa settimana e che è incredibilmente ancora ottimo, servite la vellutata calda preferibilmente a cena perchè è un primo piatto leggero e non è indicato per il pranzo quando invece abbiamo bisogno di assumere più calorie. A pranzo mangiatevi invece un bel piatto di pasta ( 80 gr ) o riso ( 100 gr ) al pomodoro o al pesto o alle verdure condito con poco olio ( 10 gr al massimo ) a crudo, ed una porzione di verdure di stagione cotte o crude, e... STOP non si mangia altro fino alla merenda!
La mia NON è una dieta è solo uno stile di vita abbastanza sano che mi permette di sgarrare ogni tanto, ma in questo periodo dopo i mega stravizi delle feste non c'è posto per gli stravizi, sicchè il Bimby cade proprio come il cacio sui maccheroni!
Vedremo se sarà veramente un valido alleato in cucina come me lo avevano descritto! Se avete dei suggerimenti o delle ricette da passarmi fate pure, sarò felice di riprodurle e postarle anche per chi un blog non ce l'ha!

A presto
Deborah


Attenzione!: non sono una presentatrice Bimby e non sono pagata per fargli pubblicità!

giovedì 12 gennaio 2012

UN PRIMO A TUTTO TONDO ( o meglio un piatto unico... Simonetta )

Vi piace il pesce ??? E quello azzurro? A me da matti, più di tutto!
Oggi mi son fatta questo spaghetto integrale con il pesce povero che di povero non ha nulla perchè secondo me è il migliore.

Gli ingredienti sono quelli che vedete nella foto in basso.

Per due persone:
140 gr di spaghetti integrali
uno spicchio d'aglio
del peperoncino
pomodori pizzutelli q.b.
prezzemolo tritato q.b
olio evo q.b
vino bianco
un pizzico di sal


Procedimento:
tritare l'aglio e il peperoncino mettere in padella con del buon olio rosolare aggiungere le acciughe e  delicatamente soffriggere.
Appena sfrigolano ( vero Deborah ??? ) aggiungere poco vino bianco, lasciar sfumare, salare e mettere anche i pomodorini tagliati a dadini ed una bella manciata di prezzemolo tritato.
Nel frattenpo  lessare gli spaghetti, scolarli e saltarli in padella col sughetto appena fatto, farli ammalgamare per bene, tenere sempre un pochino di acqua di cottura da aggiungere all'occorrenza se gli spaghetti non risultassero ben amalgamati.

Impiattare e servire, ho fatto anche un fiore di petali di patate fritte con acciughe passate nella farina di mais e fritte... per la serie chi se ne frega della dieta!!!!!

Questa è solo un' idea per presentare il piatto, anche da soli sono buonissimi



Abbiamo scoperto perché le foto mi vengono bene solo a mezzogiorno: il sole in quel momento riflette nel frigo che è a fianco al tavolo e illumina il piatto.
Questo l'ha detto Filippo, io non ci pensavo proprio ma sapevo che mi venivano bene solo a mezzogiorno!  

Ciao a tutti
Baci Simonetta

giovedì 5 gennaio 2012

ARRIVANO I BEFANINI!!!! ( Deborah)

E' si, purtroppo è arrivata anche l'Epifania, che tute le feste si porta via.



Da noi in Versilia, ma credo anche in buona parte della toscana, è usanza comune accendere i forni, meglio se a legna come il mio, unire e mescolare uova farina e quant'altro per creare questo goloso biscotto tipico della festa della Befana, detto appunto Befanino.


In ogni casa c'è una ricetta diversa: chi mette il burro morbido chi freddo, chi usa solo la scorza d'arancia chi mette anche quella del limone, chi li fa alti chi bassi.... alla fine i befanini son tutti buonissimi ma tutti diversi per cottura, fragranza, sapore e aromi, basti pensare che in casa mia io mia mamma e mia zia usando la stessa ricetta abbiamo ottenuto 3 tipi di befanini diversi!!! Eh si, perchè scome dice la Simo, conta il tipo di farina, che è sempre la 00, ma da marca a marca assorbe più o meno acqua, e allora si sbilancia la dose di zucchero, conta la grandezza delle uova ma soprattutto la mano di chi lo fa! Se è più o meno calda, o se è più o meno forte nell'impastare... io quest'anno ho voluto usare l'impastatrice montando la foglia ma ho cannato di brutto, la mano è la mano non c'è niente da fare, quindi il prossimo anno ritornerò alle vecchie tradizioni.



La ricetta che noi usiamo da sempre è quella della Vincenza, una nostra amica e vicina di casa, che dalla vita ha avuto poco ma che a noi ha lasciato molto, se n'è andata presto ed io la voglio ricordare così:

I BEFANINI DELLA VINCE':

Ingredienti:
1 kg di farina 00 ( debole)
500 gr di burro morbido
650 gr di zucchero semolato
125 gr di zucchelo a velo vanigliato
6 uova medie
la scorza ed il succo di 2 arance
2 bustine e mezzo di lievito per dolci ( io Bertolini)


Procedimento:
Su di un piano di lavoro versare la farina a fontana e "sabbiarla col burro" come per fare la pasta frolla, aggiungere la scorza ed il succo delle arance, ( NON mettete l'aroma nelle fialette per favore!), continuare a lavorare bene ed incorporare le uova sbattendole con la forchetta.
Quando il composto inizia a somigliare ad un impasto unite gli zuccheri, quello a velo ben setacciato insieme al lievito.
Fate riposare l'impasto un po' giusto il tempo per prendere un caffè e controllare che la temperatura del forno sia a 180°, adesso divertitevi a creare le forme più simpatiche per i vostri Befanini!
Io ho messo dei confettini colorati e delle gocce di cioccolato semplicemente premute sulla pasta col mattarello, infornate per 15-18 minuti ed i vostri befanini son pronti. Col forno a legna bisogna avere un po' più di accortezza e di pazienza, all'occorrenza vanno anche rigirati e rimessi in forno per pochi minuti.





Noi ci abbiamo impiegato un pomeriggio intero ma è stata tutt'altro che una fatica! A proposito l'addetta al forno era, come da sempre è, la mia nonna di 76 anni, quella che cucina per tutti ( 11 persone al giorno) e che quando deve mangiare lei non ha più fame...

Ora vi lascio, il mio pranzo a base di caffèllatte e Befanini mi aspetta!!!
Buona Befana a tutti!
Deborah

P.S.: assaggiate sempre la pasta cruda, se è buona burrosa e dolce i vostri befanini non potranno che essere un successo, altrimenti.... inzuppateli nel latte che son buoni lo stesso ;)!

Con questo post partecipo al Contest "Cucinando per Natale" di Ficosecco uvapassa


lunedì 2 gennaio 2012

QUALCOSA DI ROSSO ...COME DA TRADIZIONE (Simonetta)

"Qualcosa di rosso"... è cosi che io un tempo festeggiavo l'ultimo dell'anno, ed ora piano piano mi accingo a rialzarmi come una che ha preso un pugno in pieno petto, bando alle ciance ecco a voi Signore e Signori la torta Red Velvet .




...o meglio, con quella ricetta  io ho fatto dei cupcakes che mi hanno entusiasmata tanto per il colore e l'esecuzione, non c'è lievito nella ricetta ma bicarbonato

Ingredienti:
250 gr di farina 00
115 gr burro
250 gr di zucchero
2 uova
2 cucchiai di cacao amaro
un pizzico di sale
1 cucchiaino di vaniglia
1 cucchiaino di aceto bianco
1 cucchiaino di bicarbonato
240 gr di latte intero
colorante alimentare rosso
il succo di un limone





Procedimento:
In una pirofila versare il latte col succo di limone e due cucchiai di colorante alimentare rosso.
Setacciare in una ciotola farina, sale e cacao e nell'impastatrice con la foglia inserita montare insieme il burro con lo zucchero, aggiungere poi le uova una alla volta, quando il composto é ben montato alternarlo pian piano agli ingredienti secchi ed al  latte colorato, terminare con le farine.
Mescolare l'aceto con il bicarbonato, aspettare che il miscuglio smetta di sfigolare poi aggiungerlo all'impasto. Il composto è pronto per essere infornato, potete versarlo in una tortiera coperta con carta da forno oppure fare dei cupcakes come ho fatto io.
Infornare a 175° per 20'- 25'.

Li ho fatti freddare e ricoperti con una glassa fatta con:
250 gr di mascarpone montato con 50 gr di zucchero a velo vanigliato ed amalgamato a 200 gr di panna montata.




Li ho serviti decorati con confettini dorati, ma nel bicchiere mi sono piaciuti di più...



Ho destrutturato i cupcakes!!! Li ho sbriciolanti e  bagnanti con del rum, con un sac à poche ho messo la crema all'interno di una bella coppa ed ho usato la " sbriciolata" come decorazione, sono buonissimi fidatevi di me e provate questa bella ricettina!


Vi lascio e vi auguro un bellissimo 2012 come piace a voi!!!

Baci Simonetta